La nostra foca interiore

di MARC BARETH

Mi piacciono gli spettacoli delle foche. L’interazione tra animale e addestratore, il modo in cui catturano l’attenzione degli spettatori e le storie che questi spettacoli presentano, sono esibizioni stupende. Senza menzionare le capacità atletiche ed artistiche delle foche, che sembrano essere in contrasto con il loro temperamento apparentemente placido. E anche da bambino mi ricordo che avevo notato qualcosa di particolare in questi spettacoli: le foche avevano un appetito incredibile! Ogni volta che facevano un’acrobazia come stare su una pinna sola o tenere una palla in equilibrio o salutare il pubblico, ricevevano un pesce come ricompensa.

Ho imparato velocemente che è in questo modo che le foche imparano. Ogni volta che una foca obbedisce all’ordine dell’addestratore, riceve una ricompensa. E’ l’unica ragione per cui questi curiosi animali si esibiscono.

Più tardi ho poi sentito parlare della tecnica per addestrate gli animali chiamata “condizionamento”. Gli psicologi comportamentisti hanno imparato molto su questa tecnica studiando questa pratica con gli animali, per poi incominciare ad applicare gli stessi principi anche nel loro lavoro con le persone.

I pesci servono come rinforzo positivo per il comportamento desiderato. Anche se un pesce crudo probabilmente potrebbe non essere l’incentivo migliore per una persona, anche noi tendiamo ad avere determinati comportamenti più spesso, quando questi ricevono un rinforzo positivo come la lode o il riconoscimento.

E penso che può essere utile usare questi principi nelle nostre relazioni di tanto in tanto, visto che dentro ognuno di noi si cela una piccola foca! Diciamo che il tuo coniuge lascia sempre i vestiti sul pavimento. Se preferisci che i vestiti sporchi siano messi nella cesta della biancheria, prova a fare la richiesta in modo positivo e poi cerca occasioni per lodare il buon comportamento quando questo avviene. Se il tuo coniuge mette in atto il cambiamento, rinforza la buona abitudine con lode e ringraziamenti.

Le critiche e l’insistenza possono avere, sulla maggior parte delle persone, un effetto negativo o, alla meglio, lo stesso effetto delle sgridate ad una foca quando fa cadere la palla, ovvero nessun effetto. Quindi, in breve: ignora il comportamento negativo e rinforza, invece, quello positivo.

w

Un passo in più per la mia relazione:

Quale comportamento in particolare del mio coniuge voglio incoraggiare utilizzando il rinforzo positivo?

© Agape Italia 2023

Via Camillo Cavour 104

50129 Firenze, Italia

info@agapeitalia.org

Tel 055 5520427

Fax 055 4089028